Ecocolordoppler TSA per CCSVI (noto anche come protocollo Zamboni)

L’insufficienza venosa cronica cerebrovascolare (CCSVI) è un esame coniato e messo a punto per primo dal Prof. Paolo Zamboni per valutare il ritorno venoso della circolazione ematica dell’encefalo. Il concetto è “tanto sangue entra, tanto deve uscire” in una sorta di circolazione a circuito chiuso.

La valutazione ha indicazione soprattutto per le patologie neurologiche progressive, quale la Sclerosi Multipla, per poi essere allargata anche in altre patologie quali la Sindrome di Meniere, le Sordità Improvvise, le Cefalee ribelli ai trattamenti tradizionali, il Morbo di Parkinson. Recenti valutazioni hanno permesso di capire che anche problematiche Stomatologiche, quali ad esempio le mal occlusioni, possono alterare il ritorno venoso cerebrovascolare.

Attualmente sono pochi gli Specialisti in grado di effettuare l’esame come indicato dal protocollo messo a punto da Zamboni, il Dr. Bavera rientra in questo piccolo gruppo di Medici e sono numerose le sue pubblicazioni al riguardo oltre ai suoi interventi a Convegni e Congressi, Nazionali e Internazionali.

È un’indagine non invasiva che richiede fino a 50- 60 minuti di tempo e possibilmente la collaborazione attiva del Paziente nell’eseguire determinati esercizi respiratori, non difficili.