Ecocolordoppler arti inferiori (Arterioso e Venoso)

L’ecocolorDoppler degli arti inferiori serve a valutare la circolazione del sangue nella sua distribuzione arteriosa (cioè dal cuore verso i piedi) e venosa (il percorso opposto).

Le patologie arteriose sono spesso causa di dolori durante la deambulazione, con crampi alla coscia o al polpaccio, che talvolta obbligano a frequenti fermate in un determinato spazio espresso in metri. Tecnicamente descritto come “claudicatio intermittente”. La causa di ciò potrebbe essere la stenosi (cioè il restringimento) più o meno severa di una arteria oppure la sua completa ostruzione. Si valutano i possibili circoli collaterali e la gravità del problema nel suo insieme e a eventuali altre patologie associate.

Le problematiche venose, per uno Specialista, sono frequentemente valutabili già clinicamente. Eppure, per confermare o escludere o per fare una diagnosi differenziale, l’ECD serve per valutare la presenza e l’estensione di una Trombosi Venosa Superficiale (TVS) o di una Trombosi Venosa Profonda (TVP) di un arto. Quest’ultima patologia realmente pericolosa perché, se diagnosticata tardivamente, può essere causa di embolia polmonare.

Poi, la valutazione ECD quantifica, confermando o escludendo, l’indicazione ad un’eventuale intervento chirurgico delle varici con lo scopo ben preciso, quando possibile, di salvaguardare la vena grande o la piccola safena da interventi troppo radicali o persino non necessari come una safenectomia radicale.